“Il piano della nostra campagna elettorale prevedeva di concentrare nell'ultima settimana una serie di grandi eventi on line e così è stato: domenica 6 maggio abbiamo pubblicato on line (ed era reperibile solo lì) il nostro Piano di governo per la legislatura. Mercoledì 9 maggio abbiamo pubblicato il Contratto con gli italiani firmato da Silvio Berlusconi a "Porta a porta" la sera precedente. Lunedì 7 maggio molti Tg hanno aperto con l'immagine della nostra homepage: il giorno dopo quasi tutti i quotidiani hanno fatto lo stesso. Per quattro giorni noi abbiamo avuto (tra le 8 e le 24.00) una media di 100 computer al secondo (36.000 all'ora) che si connettevano al sito, creando un traffico elevatissimo. […] Per la prima volta in Italia noi abbiamo fatto una campagna elettorale on line pienamente integrata con la campagna tradizionale e insieme una campagna che ha proposto iniziative peculiari per Internet, giovandosi del mirroring fatto dai media tradizionali”[1].

 

 



[1] http://www.antoniopalmieri.it/index.asp?pag=banner